Pensionati ex inpdap e privati senza tasse

Scegliendo la Tunisia riceverai la tua Pensione per intero!

Pensionati in Tunisia, la vita costa meno e la pensione triplica!

La Tunisia offre, ai pensionati italiani che decidono di trasferirsi, importanti agevolazioni e vantaggi fiscali come l’aumento della pensione netta! Ma non solo… andare in Tunisia significa migliorare la propria qualità di vita e viverci costa solo un terzo dell’Italia!

pensionati-tunisia-pensione-estero-tasse-01

Trasferire la Pensione in Tunisia

Scopri le agevolazioni fiscali per i pensionati che trasferiscono la loro pensione

In seguito alla Convenzione contro le doppie imposizioni fra Italia e Tunisia, valida dal 1981, si è liberi di scegliere se pagare le tasse allo stato italiano o tunisino.

La legge tunisina n. 2006-85 del 25 dicembre 2006 ha sancito, a partire dall’anno 2007, un regime di abbattimento della tassazione dell’80% sulle pensioni lorde percepite dai cittadini di vari Paesi, tra cui l’Italia, con la quale la Tunisia ha in essere una convenzione fiscale di cosiddetta “non doppia imposizione”.

Assoggettare la propria pensione al sistema di tassazione in Tunisia equivale a pagare un’aliquota media del 3% sull’imponibile pensionistico lordo, contro un’aliquota media del 30% in Italia. In definitiva una fetta consistente della pensione rimane nelle tasche di chi ha lavorato una vita per ottenerla. A ciò vanno aggiunti gli innegabili vantaggi di un ridotto costo della vita in Tunisia.

Facciamo un esempio pratico, basato su una pensione lorda di 20.000 € annui:

•  Pensione lorda annua: 20.000 €
•  80% quota non tassata: 16.000 €
•  20% quota tassata: 4.000 €
•  Tassa del 15% su 4.000 € = 607 €

 

In Italia pagheresti il 30% circa su 20.000€ = 6.000 € (minimo)

In sostanza pagherai tasse con un’aliquota complessiva del 3% sulla tua pensione lorda contro una tassazione del 30% circa in Italia, quindi quello che paghi in un anno in Tunisia, è quello che stai pagando ogni mese in Italia.

Per avere diritto alla defiscalizzazione della tua pensione, dovrai risiedere in Tunisia almeno 6 mesi + 1 giorno all’anno, anche non continuativi, in modo da mantenere la tua residenza fiscale all’estero e non più in Italia.

Pensionato ex INPDAP?

Scopri le agevolazioni fiscali dedicate ai pensionati ex INPDAP

Per quanto riguarda gli ex dipendenti del servizio pubblico ex INPDAP (come insegnanti, dipendenti enti locali, ufficiali giudiziari, medici e personale medico ospedalieri, ex militari, finanzieri, poliziotti e vigili del fuoco, etc…) confluiti nella gestione Inps va rimarcato che la legislazione vigente consente loro di fruire della pensione defiscalizzata soltanto nel caso che spostino la loro residenza fiscale in 4 paesi esteri : Tunisia (il più vantaggioso), Senegal, Cile e Australia (va precisato inoltre che quest’ultima pretende il versamento di 250.000€ presso una Banca Australiana e, oltre ad essere molto distante dall’Italia, da diversi anni, non concede facilmente questo tipo di visto ai pensionati).

La scelta della Tunisia rimane quindi la più conveniente e al tempo stesso consigliabile sia per vicinanza che per il basso costo della vita.

Domande?

I nostri operatori italiani saranno lieti di rispondere ad ogni tua richiesta. Inviaci un messaggio con la tua domanda e ti ricontatteremo entro 24 ore.